Testosterone: tutti i pro e contro

Ci ritroviamo immersi in un modo fatto di social media e consumismo: un mondo dove viene mostrata solo la parte positiva della propria vita. Spesso, le informazioni che riceviamo e con le quali entriamo in contatto non solo soltanto falsate, ma ci allontanano da ciò che è realmente possibile.

In questo mondo reale che si confonde con il virtuale, vediamo fotografie di donne magrissime e uomini muscolosissimi: ideali di bellezza che abbiamo interiorizzato e ai quali desideriamo avvicinarci. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, le foto che vediamo nascono un lato oscuro delle persone. Cioè, i corpi che idolatriamo e che vorremmo avere in prima persona, nella maggior parte dei casi non sono sani.

Nella nostra società il bello viene estremizzato, anche a discapito della salute. Ciò che bisogna capire è che molto spesso i corpi muscolosi o magri non sono raggiungibili senza l’aiuto di sostanze. O meglio, è vero che ci si può migliorare con l’esercizio fisico, ma gli ideali di bellezza che ci vengono proposti sin dalla più tenera età sono irrealizzabili ed irraggiungibili. Per questo, nell’articolo di oggi abbiamo deciso di considerare una delle sostanze che contribuisce a creare questi ideali irrealistici, in questo caso soprattutto maschili: il testosterone.

Che cos’è il testosterone? A cosa serve?

Dopo aver introdotto l’argomento è l’ora di passare a qualcosa di più tecnico. Non temete, anche se utilizzeremo termini specifici ci preoccuperemo anche di spiegarli. Partiamo quindi dalla definizione di testosterone.

Il testosterone è un ormone prodotto dall’organismo umano. Si tratta di un ormone steroideo, che viene formato a partire dalle molecole di colesterolo già presenti nel corpo. E’ presente sia nel corpo femminile che in quello maschile, anche se nel primo è presente in quantità minime, mentre nel secondo la quantità è sostanzialmente superiore.

Dove viene prodotto? Il testosterone è prodotto dalle cellule delle gonadi, e cioè da tutte quelle cellule che si trovano negli apparati genitali, sia maschili che femminili. Nel caso dell’uomo, il testosterone è prodotto dal testicolo, mentre nel caso della donna è prodotto dalle ovaie.

A cosa serve il testosterone? Si tratta di un ormone naturalmente prodotto dal corpo, come abbiamo appena spiegato, che ha delle funzioni molto specifiche. Negli uomini, il testosterone è il principale responsabile dello sviluppo dei caratteri sessuali primari e dei caratteri sessuali secondari. Cosa si intende per caratteri sessuali? Questi ultimi sono dei caratteri, per l’appunto, che differenziano il corpo maschile da quello femminile e viceversa, sia a livello strutturale e che funzionale.

Per quanto riguarda i caratteri sessuali primari, il testosterone si occupa dello sviluppo e della maturazione dei testicoli. A livello secondario invece, sviluppa tutti quei caratteri che visivamente distinguono l’uomo dalla donna. In particolar modo stiamo parlando dei peli pettorali, addominali, ascellari e della barba, nonché della struttura scheletro-muscolare e del timbro vocale. Nelle donne invece, i caratteri sessuali primari si sviluppano grazie all’azione dell’estrogeno.

Quando si assume?

Oltre ad essere prodotto dal corpo, in commercio esistono anche dei prodotti che permettono di assumere il testosterone attraverso iniezioni endovena, pasticche, eccetera. Essendo però un ormone ed essendo una sostanza che incrementa le prestazioni fisiche delle persone, il testosterone viene categorizzato come una sostanza dopante. Questo è fondamentale, perché l’assunzione del testosterone è illegale quanto la sua vendita.

Sul mercato esistono però degli integratori che potenziano la produzione naturale del testosterone: questi vengono chiamati “booster”. I booster non sono illegali, e quindi è possibile acquistarli anche su internet.

Ora: quando si assume il testosterone? Quest’ormone può essere assunto per cominciare delle terapie ormonali, ma strettamente sotto prescrizione medica. Ad esempio, possono usarlo le donne che decidono di cambiare sesso e che hanno quindi bisogno di sviluppare i caratteri sessuali secondari tipici del corpo maschile. Il testosterone può essere usato anche dagli atleti, come i bodybuilder. Per loro sarebbe consigliato assumere dei booster, ma spesso si trovano ad assumere il testosterone in maniera illegale: pensate ai Mister Olympia.

Vantaggi derivanti dall’assunzione esterna

Questo paragrafo è riservato ai cosiddetti vantaggi derivanti dall’assunzione del testosterone. Per comodità, abbiamo deciso di suddividerli per genere.

  • Vantaggi che riguardano le donne. Le donne che desiderano sviluppare i caratteri sessuali secondari maschili, assumendo il testosterone riusciranno senz’altro nel loro intento. Svilupperanno una folta peluria facciale, pettorale, ascellare e in alcuni casi anche dorsale, potenziando quella pubica. Riscontreranno un abbassamento del timbro della voce, non avendo più una voce morbidamente acuta, ma pesantemente grave. Inoltre, avranno una propensione all’aumento della massa muscolare, e si trovano in fase di sviluppo avranno anche un ispessimento della struttura ossea. Oltretutto aumenterà la libido.
  • Vantaggi che riguardano gli uomini. Gli uomini che assumono testosterone sviluppano dei muscoli “finti”, particolarmente gonfi, molto piacevoli a livello estetico. Si avrà anche un potenziamento delle prestazioni fisiche, in particolar modo di quelle sportive. La voce diventerà ancora più grave di quel che è, regalando toni più bassi addirittura di qualche ottava.

Svantaggi

Come recita un famoso detto, il mondo non è tutto rosa e fiori. Il testosterone non dà solo degli effetti discretamente positivi, ma anche degli effetti significativamente negativi. Questi ultimi sono importanti in particolar modo per gli uomini, che tengono visceralmente alla loro identità maschile e virile. C’è però anche un altro aspetto che è comune sia agli uomini che alle donne, che vedremo proprio ora.

Sia gli uomini che le donne che assumono testosterone sviluppano una marcata probabilità di subire degli infarti. “Perché?”, vi chiederete. Ebbene, vi ricordate che abbiamo detto che il testosterone ha come precursore il colesterolo? Ecco, la risposta sta proprio in questo fatto. Con l’aumento del colesterolo nel sangue, i canali venosi non permettono più una fluida circolazione sanguigna. Questo può ovviamente portare a un blocco venoso, che porta in sofferenza i tessuti e che causa infine un infarto.

Entrando più nello specifico, gli uomini vanno in contro a un effetto negativo particolarmente rilevante: l’atrofia testicolare. Infatti, non avendo più bisogno di produrre il testosterone, i testicoli si atrofizzeranno andando anche ad intaccare la fertilità. Oltretutto, i muscoli di cui abbiamo parlato prima sono molto piacevoli da vedere, ma spesso si sviluppano in maniera sproporzionata. Nelle donne invece si riscontra un marcato aumento della rabbia, dell’aggressività e della violenza, oltre che un gonfiore diffuso.

Laureanda in psicologia e futura studentessa di neuropsicologia, amo ciò che studio almeno quanto amo scrivere. Per me scrivere non è solo una fonte di sfogo, ma una vera e propria passione

Back to top
menu
sceltatestosterone.it