Quale è il migliore testosterone in commercio? Guida ai prodotti migliori, dettagli, costi e marche

Viviamo nella società del benessere, e per noi essere a contatto con diverse sostanze è all’ordine del giorno. Non ci stiamo necessariamente riferendo a sostanze d’abuso o alle droghe, ma a qualsiasi cosa ingeriamo che non sia vero e proprio cibo. Ci basta un mal di testa per prendere un farmaco, e usare i farmaci è tutto tranne che una cosa strana.

Grazie ai farmaci possiamo apportare dei cambiamenti al nostro corpo: e si tratta di cambiamenti di tutti i tipi. Non prendiamo i farmaci solo per curare delle malattie o delle disfunzioni: li prendiamo perché siamo abituati a farlo e perché ci sembrano essenziali. A volte, ci sembrano essenziali anche per essere a posto con noi stessi, per sentirci davvero padroni del nostro corpo.

Questo è ciò che succede alle persone che desiderano cambiare sesso, per esempio. Esse ricorrono alle terapie ormonali, che se connesse alla chirurgia possono farle sentire a proprio agio. Uno dei farmaci principali che si usa a tal fine è proprio il testosterone, che sta diventando sempre più conosciuto negli ultimi tempi. Il testosterone però, non si usa solo per la condizione che abbiamo appena citato. Si può usare per tantissimi motivi, cosa che avremo modo di vedere meglio in questo articolo.

Il nostro obiettivo di oggi è quello di conoscere meglio il testosterone, definendo che cos’è e per che cosa si usa. Nei prossimi paragrafi vedremo che il testosterone si può assumere anche per via endogena, e parleremo anche del suo lato commerciale. Ci occuperemo infatti di scoprire quali sono i migliori marchi in commercio, quali sono le fasce di prezzo e dove si possono acquistare questi farmaci.

Che cos’è il testosterone?

Come molti di voi già sapranno, il testosterone è un ormone che viene prodotto naturalmente dal nostro corpo. Si dice quindi che il testosterone è un ormone endogeno, ed è utile anche sapere che viene prodotto a partire dal colesterolo. Il testosterone infatti, viene prodotto nelle gonadi, delle zone molto particolari che si trovano nell’apparato genitale: sia in quello maschile che in quello femminile.

Il corpo maschile ne produce di più rispetto a quello femminile: non a caso infatti, il testosterone è un ormone tipicamente maschile. Si tratta di un ormone steroideo, cosa che lo rende una sostanza dopante se assunto in maniera esogena. Rientra quindi tra gli anabolizzanti, delle sostanze che non sono di libero commercio.

Fatta questa piccola introduzione sul testosterone, nel prossimo paragrafo vedremo meglio quelle che sono le sue funzioni. Vedremo anche da quale momento della vita inizia a produrre i suoi effetti, e successivamente parleremo del testosterone esogeno.

A che cosa serve?

A livello puramente biologico, il testosterone rimane silente per il primo decennio della vita di un individuo. Dall’età puberale in poi esso si attiva, e comincia quindi a produrre i suoi primi effetti. Questo accade sia nel corpo maschile che in quello femminile, anche se in quest’ultimo il testosterone è minimo. Tanto per chiarire, nella donna gli ormoni prevalenti sono gli estrogeni.

Ma a cosa serve quindi il testosterone? A livello naturale, esso va a modificare il corpo maschile per quanto riguarda due tipi di caratteri differenti:

  1. i caratteri sessuali maschili primari, che riguardano essenzialmente la maturazione e lo sviluppo dell’apparato genitale. Il testosterone comincia a guidare la spermatogenesi, ed influisce quindi sulla fertilità degli individui.
  2. I caratteri sessuali maschili secondari, che sono invece meno importanti dei primi a livello riproduttivo. Tra questi rientra: lo sviluppo della peluria diffusa su tutto il corpo, lo sviluppo muscolo-scheletrico tipicamente maschile, la crescita della barba e la profondità della voce.

Come abbiamo detto però, il testosterone si può assumere anche in maniera esogena. Chiunque lo assuma può dire di star seguendo una terapia ormonale, che sicuramente è volta a qualcosa. I motivi principali possono essere:

  • la carenza di testosterone. Questa condizione può portare a diversi disturbi, più o meno evidenti. Solitamente però, le persone che ne soffrono sono tendenzialmente in età avanzata.
  • Il cambiamento di sesso. Questo riguarda solo le donne che vogliono diventare uomini, perché in caso contrario il testosterone va eliminato e non assunto.
  • Il potenziamento delle capacità e delle prestazioni fisiche. Ovviamente, in questo caso stiamo parlando del doping. E’ bene ricordare, a questo proposito, che il doping è una pratica proibita sia Italia che in molti altri paesi.

Si può assumere per via esogena?

Ebbene sì, come abbiamo già accennato qualche paragrafo fa, il testosterone si può assumere per via esogena. Proprio come i cambiamenti che si hanno a livello fisico, anche le modalità di assunzione sono davvero tante. Il testosterone si può assumere quindi:

  • per iniezione intramuscolare, pratica particolarmente usata in condizioni di doping;
  • per via orale, e quindi attraverso: pillole, pastiglie, capsule e polveri solubili;
  • attraverso delle soluzioni topiche, e quindi dei gel cutanei o delle creme. Queste possono avere delle composizioni differenti, e per scegliere quella migliore bisogna consultare il proprio medico.

La somministrazione è ovviamente volta all’inizio di una terapia ormonale. Perché vi stiamo dicendo questo? Perché per avere degli effetti, qualsiasi essi siano, non basterà assumere il testosterone per una sola volta. Dovrete fare dei cicli, e l’assunzione dovrà quindi essere ciclica e controllata.

Migliori marchi, fasce di prezzo e dove acquistarlo

Passando all’aspetto più commerciale del testosterone, è bene dire che comprarlo non è così semplice. Essendo un prodotto essenzialmente proibito, potrà essere reperito soltanto con una ricetta del vostro medico. Quest’ultimo potrà controllarne l’assunzione (dato che il testosterone causa degli effetti negativi molto seri se assunto in quantità eccessive), ma prima vi sottoporrà a degli esami. Ovviamente quindi, il tutto ruoterà intorno al fatto che voi abbiate o non abbiate delle carenze a livello ormonale.

Di conseguenza dunque, il testosterone si può comprare soltanto in farmacia previa consegna della ricetta. Non vi sarà possibile acquistarlo in nessun altro luogo. Quelli a base di testosterone sono anche dei farmaci molto costosi, quindi non aspettatevi di spendere poco. Le confezioni inoltre, sono molto piccole: il rapporto quantità/prezzo in questo caso è praticamente inesistente. Qualsiasi sia la vostra scelta, comunque, fatela responsabilmente: è della vostra salute che si sta parlando.

Laureanda in psicologia e futura studentessa di neuropsicologia, amo ciò che studio almeno quanto amo scrivere. Per me scrivere non è solo una fonte di sfogo, ma una vera e propria passione

Back to top
menu
sceltatestosterone.it